Pagine

domenica 7 ottobre 2018

Fare i conti di domenica.

Le ultime due settimane sono andate decisamente meglio, sebbene sia consapevole che si tratti solo di una farsa. L'ansia, la depressione, la tristezza regnano ancora dentro di me, le sento agitarsi li dentro e spesso mi fanno venire il volta stomaco, prima o poi sbocco di nuovo. 
Mi ero ripromessa di fare molte più cose, ho spulciato gli eventi della mia città ma ammazza se ho preso parte almeno ad uno di questi. 
La verità è che sono attività che mi piacerebbe fare in compagnia, da sola mi permettono solo di buttarmi ancora più giù. Secondo voi esiste un psicoterapeuta che ti porta a spasso? Dovrebbero inventarlo. Cioè, sarebbe una figata. Sai che tristezza le sedute fatte sempre nella stessa stanza grigia. 
Comunque.
Stavo riflettendo sul fatto -come mi è stato scritto- che io ho il coraggio di guardare le mie emozioni e di farci i conti. 
E' vero, cazzo. 
Se c'è una cosa di cui non mi può accusare e che non faccia i conti con quello che sono. Quello che scrivo è solo una parte piccola di quello con cui faccio a botte giornalmente. Le domande che mi pongo sono solo per circostanza perché le risposte le conosco già a priori. Credo che sia semplicemente un modo per prendere tempo, anche se non so bene con chi. Con me stessa probabilmente.

Mi sto drogando con le canzoni dei The Giornalisti, che fanno al male al cuore. 
Non ce la posso fare.

Mi si è bloccato il flusso dei pensieri. 
Sarà per un'altra volta.

22 commenti:

  1. Da ragazzina ero come te.
    Poi, ho imparato ad andare al mare da sola, a prendermi una pizza d'asporto, ecc.
    Purtroppo non sempre gli amici hanno la possibilità di trascorrere del tempo con noi.
    Quindi ci fanno compagnia con una chiacchierata virtuale, o con una telefonata.
    La vera solitudine nasce quando si litiga con se stessi. E no. Quella non ci deve interessare.
    P.S. Ti ho vista da Juliette. Mi dispiace che anche tu abbia cose che ti turbano, ma ti confesso un segreto..
    Le abbiamo tutti. Anche se non ne parliamo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che non sono da sola e se da una parte mi rincuora dall'altra mi rendo conto che tante persone belle sono li nascoste da qualche parte, basterebbe solo incontrarle.

      Elimina
    2. Io mi iscrissi in palestra, e strinsi diverse nuove amicizie.
      Magari potrebbe essere un'idea..

      Elimina
    3. Io in palestrAHAHAHAHAH
      non credo xD

      Elimina
    4. Ma guarda che io ci andavo per rimorchiare, eh? Mica per allenarmi. Ahahaha
      P.S. Mi sono iscritta al tuo blog, quindi tornerò ad importunarti.
      Stai in guardia. :P

      Elimina
  2. lo sai che nel penultimo post parlo proprio dei TheGiornalisti??
    a quanto pare viaggiamo sulla stessa lunghezza d'onda!!:)))
    e per il non fare le cose perchè sole..ti capisco benissimo!
    il mio consiglio è di NON forzarti..prendila come viene..piuttosto che abituarti..credo che il vero problema è proprio quando ci abituiamo a tutto..sia bello sia brutto..invece nell'aspettare che passi e subendo anche talvolta controvoglia si trova la forza..per saper dire di NO.

    ps contenta che il mio commento abbia trovato il tuo consenso..

    un forte abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ma sai che l'idea dello psicoterapeuta "peripatetico" non è male? Quasi quasi lo propongo ad una mia amica psicologa! Effettivamente parlare e aprirsi in contesti diversi (parchi, spiagge ecc) può essere di grande aiuto!
    Minchia Cri, sei un genio! E sei anche una forza e lo sai :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK, proponilo. In compenso voglio solo delle sedute gratis :D

      Elimina
  4. Il terapista con cui andare a bere una birra è un'idea fantastica. Fossi laureata in psicologia creerei un nuovo business :)
    Comunque, guarda ti dirò che è vero che spaventa l'idea di fare le cose da soli, ma ci si può anche prendere gusto. Tipo andare al cinema da soli, o a fare una passeggiata. E come diceva Claudia niente ci impedisce di trasformare attività "solitarie" in occasioni per stringere nuovi legami.

    RispondiElimina
  5. Al posto dei The Giornalisti, prova Ruggero de I Timidi. Così, per provare... ;)




    (Sul resto, non intervengo, come vedi ci sono tante/i altri/e che ti pensano. A presto!)

    Buonagiornata a tutte, siore e siore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Ruggero lo lascio volentieri a te :D

      Elimina
    2. Ahah, perché? :) dai, è simpatico... ;)

      Buonagiornata a tutte.

      Elimina
  6. Per commentare seriamente dovrei prima leggermi un po del tuo passato (lo farò). Quindi per ora mi limito alla musica.... Ho "la fortuna" di odiare l'ingelse e di non essermi mai impegnato a capirlo, di conseguenza quando son particolarmente incasinato di testa ascolto musica (preferibilmente 'veloce' e ritmata) non italiana. I testi delle canzoni italiane spesso son belissimmi, ma hanno la controindicazione di far pensare e non sempre è un bene pesare. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere anch'io mi faccio di musica straniera, ma ogni tanto "scopro" qualche cantante italiano che parla di me ed è la fine...

      Elimina
  7. È vero, ci vuole molta forza ad avere a che fare, ad affrontare, o comunque a guardare in faccia quello che proviamo. Anche io comunque sono per il solitario, anzi, far cose da solo mi piace proprio. Capisco che certe attività (tipo andare al cinema) possano sembrare strane, ma ci si abitua :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio a pensare di essere l'unica a non andare al cinema da sola :-/

      Elimina
  8. Continuiamo a contare, a volte piangendo, urlando, imprecando, ma sempre con un solo, unico obiettivo. Arrivare al risultato.
    Spero che potremo vederci presto, noi.

    RispondiElimina
  9. fare i conti con ciò che si è appare molto meno complicato del farli bene, i conti. in genere abbiamo una visione distorta di noi stessi, ché siamo noi gli unici a non vederci come siamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi tu pensi che in realtà non siamo come noi ci vediamo? Ok, potrebbe essere anche vero. in effetti è un argomento molto complicato.

      Elimina