Pagine

venerdì 16 marzo 2018

La lista delle tue paure

- Tu hai paura?
- Tutti hanno paura
- Ora sto parlando di te
- Si, ho paura.
- Hai paura dei tuoi piedi?
- Esiste gente che ha paura dei suoi piedi?
- Suoi e quelli degli altri.
- Non ho paura dei miei piedi.
- Meglio così, almeno quando faremo l'amore non dovrò farlo con i calzini.
- Okay.
- Hai paura del legno ?
- Ho più paura di chi vive dentro.
- Gli insetti?
- Si, mi fanno schifo.
- Meglio così, quelli non ci dovrebberointralciare più di tanto.
- Però non pensare che sia matta quando ne vedo uno e salto per aria o inizio a urlare.
- Tu fidati di me e non ti faranno niente.
- Ci proverò, non è che sei Spiderman? Odio i ragni.
- Ma che domande fai?
- Parla quello che mi chiede se ho paura dei piedi.
- Va Bhe, non litighiamo prima di conoscerci. Hai paura di farti il bagno?
- Ora esiste anche chi ha paura di lavarsi?
- Non lo so, qua dice che si chiama ablutofobia, poi sai che di internet ci si può e non ci si può fidare.
- No, non soffro della ablutofobia.
- Perfetto allora anche il bagno insieme è assicurato.
- Non per dire niente ma sembra che tu mi stia cercando di classificare facendo la lista della spesa.
- E che ho paura anche io.
- Di cosa hai paura ?
- Te lo dirò quando avremmo finito.
- Come preferisci.
- Soffri del acatartofobia? Cioé hai paura della polvere o dello sporco?
- No, ma non amo manco mangiarla se è per questo.
- Va bene, cercherò di pulire unminimo casa quando verrai da me.
- Vivi da solo?
- Per ora si.
- Ma stai cercando una ragazza o unacoinquilina?
- Ancora non lo so.
- Okay, ricordati che non sono unsoprammobile però.
- Sarà fatto, hai paura del buio?
- Non si può fare l'amore con la luce?
- É poco romantico
- Non ti facevo un tipo romantico.
- Già ma non montarti la testa ora. Hai paura di essere toccata o di toccare?
- No non soffro di Afefobia, ma hopaura della violenza questo si.
- Non mi permetterei mai di fare male a una donna.
- Su una cosa siano d'accordo.
- Hai paura di avere paura?
- chi non ha paura delle sue paure?
- Ineffetti. Va bene, si vedrà.
- Tu hai paura del sangue?
- Ho paura di quando vi vengono levostre cose, non del sangue.
- Ci lavoreremo su, non puoiabbandonarmi in quei giorni.
- Non ti prometto niente ma ci proverò.
- Va bene, dai. Abbiamo finito ?
- No ma sono veramente tante le paure, e non voglio sembrarti noioso.
- In realtà è stato interessante,nessuno aveva cercato di conoscermi attraverso le paure.
- Di solito le tendiamo a nasconderle.
- Tu non mi hai detto ancora la tua.
- È difficile
- Ma non sei solo. E poi me lo devi.
- Ho paura di innamorarmi ma allo stesso tempo di perdere chi amo.
- Mi sembra abbastanza normale.
- Si ma alla fine non mi innamoro mai perché temo di perdere chi amo ancora prima di innamorarmici.
- Anche io ho paura di amare.
- E con me com'é andata?
- Ho sconfitto la paura.
- Quindi?
- Ti amo.
- Ti amo anch'io.

#citazionediannabaute  - Rincorrevi autobus e perdevi treni - Facebook -



[ Quello che mi auguro di cuore ]

8 commenti:

  1. Tutto sto casino per dire un ti amo?
    È proprio vero che si tratta della cosa più difficile da dire XD

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Oh beh, io avrei aggiunto tante altre domande...

    RispondiElimina
  3. Certo che imbroccare il discorso del "ti amo" buttandoci la paura dei piedi è un tocco di classe xD

    RispondiElimina
  4. No, io non avevo paura di innamorarmi... no no.
    "Ti amo"
    "Ah."
    Si è messo a ridere. E guardandolo ho pensato "Cazzo, anche io" ma ho saputo dirglielo un mese e mezzo dopo! xD
    Per me quello che hai trascritto non è un discorso strano, è molto dolce.

    RispondiElimina