Pagine

lunedì 27 marzo 2017

Dalla regia mi dicono che oggi è un altro lunedì.

Un mese è un lasso di tempo difficile da definire. 
Un mese è un'infinità di tempo con tutti quei giorni, quelle ore, quei minuti scanditi secondo per secondo, l'eternità rivelata dal monotono e logorante tic tac d' orologio. Poi lo guardi un pò più da lontano questo mese. Lo collochi lì, tra un mese e un altro, in quello che è un anno, una vita ed allora puff.. è davvero niente.
Un mese... sembra fatto apposta invece è solo una coincidenza. Pura casualità. 
Il 27 Febbraio l'ultima volta. Il 27 Marzo oggi. Ancora una volta un lunedì.

In questo mese ho fatto un colloquio, ho lasciato la cartoleria (dove non si poteva dire che ci lavoravo ma ci lavoravo) e ho fatto una settimana di prova presso l'azienda per cui ho fatto il colloquio. Una settimana in cui sono stata bombardata da una valanga così grande di nuove informazione che mercoledì (guarda caso un giorno a caso..) credevo di non farcela. Credo che sia stato possibile vedere del fumo uscire dalle mie orecchie. 
Però, guarda com'è strana questa vita, è stata anche una settimana divertente. 
Penso di non avere mai avuto quel sorriso sulla faccia prima di andare a lavorare. Il bello è che non sono stata neppure pagata per questa settimana. 
Adesso l'ultimo step è mercoledì 5 Aprile (cazzo, sì, è un mercoledì..)
Ultimo colloquio con il consulente dell'azienda, lo psicologo del lavoro in altre parole. Ho il 50% delle possibilità di farcela. 
O sono dentro o sono fuori.
Se sono dentro avrò davanti a me almeno sei mesi di lavoro da stagista (pensavate ad uno stipendio vero, eh? Che sciocchi che siete!) con la possibilità di un'estensione in quella che è un'azienda in espansione.
Se sono fuori ... beh, se sono fuori sarà assai complicato.
Una parte di me è così sicura di avere il posto che non oso immaginare il colpo che incasserò se la scelta sarà diversa. 
La vita mi deve un risvolto positivo, giusto?
GIUSTO??

8 commenti: