Pagine

lunedì 2 febbraio 2015

Ne è valsa la pena. Gennaio 2015.

E' la prima volta che programmo un post e spero nell'impresa.
Se così fosse mentre voi vi date la briga di leggere questo post io me la starò spassando a Londra!
Esatto, belli miei, Cacciatrice in trasferta! Tre giorni di vacanza regalatami dalla mia madrina.
Ma vi racconterò tutto al mio ritorno ( se non lo faccio sarà perché l'aereo si è schiantato o mi hanno rapita o comunque sono morta).
Ci tengo a precisare che Gennaio è stato un mese quasi apatico per cui c'è veramente poco da raccontare.

Video: 
Si chiama "Sei di più di quello che gli altri video" la nuova campagna contro i pregiudizi. Quattro donne, quattro storie totalmente diverse, quattro "etichette" che le marchiano a fuoco. Ma cosa c'è dietro a quelle etichette sembrano domandarselo in pochi. 
I pregiudizi non solo possono ferire gli altri ma spesso tagliano le gambe a noi stessi. 
Noi siamo di più di quello che gli altri vedono, SEMPRE.


                                   Video n.1


                             Video n.2


                              Video n.3


                            Video n.4

Questa, invece, è la storia di Vittorio e della sua Adelina anche se Adelina c'è e non c'è più.
E' la storia di un amore che stringe il cuore, che fa venire voglia di innamorarsi, che fa anche rabbia, che fa piangere. E' la storia, una tra le tante, di chi ama nonostante tutto. 

Con gli altri:
Tre giornate particolari con persone che non vedevo da tempo:

1. La domenica passata a casa di Priorità D., a mangiare come se non ci fosse un domani, a giocare a carte e a preparare una crostata non ha prezzo. Io mi sono limitata soltanto a spalmare la marmellata alla pesca e a posizionare le strisce di pasta frolla e per tal compito ho radunato tutta la concentrazione di cui sono in possesso. Il risultato è stato davvero gradito.


2. Ho scoperto un localino nuovo in centro che fa una torta della nonna che spacca di brutto. E' stata la merenda più buona degli ultimi tempi (ahahahahha... lo dico sempre) e l'ho trascorsa con la mia Meredith, nella mia città, prima che lei ripartisse per quella Milano che sembra volermi fare dispetto... oh, ma tutti là vanno!



3. Alle volte quello che desideri fare è solo parlare, parlare, parlare. Povera la Claudia che mi ha ascoltato per ore. Con lei ho scoperto un nuovo locale, cosa si fa negli aperitivi organizzati da Arcigay, la Vucciria e non ultimo per importanza, i cicchetti. E quello con crema al mascarpone era una cosa che manco sto qui a descriverla, datemene uno subito, vi prego.


Cose belle:
Se c'è una cosa che amo di Accessorize sono i suoi adesivi.
Ok, lo ammetto, comprerei tutto quando sono li dentro compresi i vestiti per bambine e le mutandine per anoressiche ma dal momento che costano quasi un occhio della testa, generalmente mi butto sugli stickers.
Ne ho preso uno in stile gufi\conigli\alberi  e uno in stile Londra. Vado o non vado a Londra? Devo prenderli per forza, mi sono detta.
Adesso li guardo con aria ammirata non avendo la più pallida idea di dove attaccarli. Ma intanto ce li ho.



Leggere di me altrove:
O leggere qualcosa che condivido in pieno.
Tipo questo articolo di Umberto Eco,  Caro nipote, studia a memoria , pubblicato sull'espresso.repubblica.it . (Leggetelo tutto, ne vale davvero la pena)

" [...] Quindi vorrei soffermarmi su una sola raccomandazione, che sarai in grado di mettere in pratica anche ora, mentre navighi sul tuo iPad, né commetterò l’errore di sconsigliartelo, non tanto perché sembrerei un nonno barbogio ma perché lo faccio anch’io. Al massimo posso raccomandarti, se per caso capiti sulle centinaia di siti porno che mostrano il rapporto tra due esseri umani, o tra un essere umano e un animale, in mille modi, cerca di non credere che il sesso sia quello, tra l’altro abbastanza monotono, perché si tratta di una messa in scena per costringerti a non uscire di casa e guardare le vere ragazze. Parto dal principio che tu sia eterosessuale, altrimenti adatta le mie raccomandazioni al tuo caso: ma guarda le ragazze, a scuola o dove vai a giocare, perché sono meglio quelle vere che quelle televisive e un giorno ti daranno soddisfazioni maggiori di quelle on line. Credi a chi ha più esperienza di te (e se avessi guardato solo il sesso al computer tuo padre non sarebbe mai nato, e tu chissà dove saresti, anzi non saresti per nulla)"

Adotta un libro:
Sebbene abbia parecchio da leggere (sono solo a 300 pagine delle 1200 del Conte!), non potevo non adottare un altro bebè quando ne ho avuto l'occasione; soprattutto se l'occasione è costata solo 3 euro dalla mia fedelissima libreria Portinaio.


See you later! 

10 commenti:

  1. ...io sono una collezionatrice di inutilità, e da Accessorize trovo il mio dio d'amore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che costano sempre troppo per essere "inutilità" -.-''

      Elimina
  2. La storia di Vittorio e Adelina.
    Ho pianto tutte le lacrime che avevo in corpo la prima volta che l'ho vista.
    In quel momento mi telefonò anche Emme e fu costretto a riattaccarmi perché singhiozzavo e non riuscivo a parlare.
    Quello è A M O R E.
    E' pazzesco.
    E' una storia forte e dolce allo stesso tempo.
    E lui, lui è un uomo fantastico.

    RispondiElimina
  3. Spero che tu ti stia divertendo tantissimo!!!
    Che bella la torta! E mi pare di averti già invidiato da matti gli adesivi coniglietti su instagram.

    RispondiElimina
  4. Beata te :D Io ormai non programmo piu' trasferte perche' sistematicamente saltano. Infatti avevamo accennato ad una lontana idea di andare a Genova questo fine settimana e la gastrointestinale ci ha colpito. E ci avevamo solo vagamente pensato O_O Pensa cosa succederebbe se programmassimo :P
    Divertiti mi raccomando anche per noi :*

    RispondiElimina
  5. Le inutilità sono la cosa più bella del mondo.

    Buon viaggio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno un fascino che le cose utili non avranno mai.
      <3

      Elimina