Pagine

martedì 20 maggio 2014

Come se non mi importasse più.

Succede che a volte non si è più quelli di prima.
Che quello che sembrava immutabile si sia, di colpo, trasformato.
Gli amanti delle frasi fatte direbbero che a forza di tirare la corda, questa si sia spezzata. O che rotto uno specchio sia impossibile ripararlo, sebbene si raccolgano tutti i pezzi, sebbene si usi la colla migliore. Resteranno sempre delle fessure. Dei buchi. Dei vuoti.
Non sono sempre stata d'accordo con questo modo di pensare. 
E' vero, a volte la corda si spezza. Si rompe lo specchio. Ma a volte si è in grado di fare ripartire il tutto, continuando da dove ci si era lasciati e prendendo una strada migliore. Evitando le buche e gli ostacoli che ne avevano causato la rottura.
Volendo si può.
Ma a volte, in fondo all'anima, non vogliamo ricomporre quello specchio; non vogliamo aggiustare quella corda. 
Non vogliamo perchè le vecchie condizioni non ci piacciono più, perchè siamo stufi delle solite scuse, perchè ci aspettiamo qualcosa di diverso, perchè pensiamo che noi abbiamo ragione e loro torto.
Quindi che si fa?
Si fa pace. Si mette la pietra sopra la corda spezzata e sopra il vetro distrutto e si pensa di andare avanti. Di dimenticare. 
Ma dentro, io ho dimenticato?
No.
Non riesco.
Non riesco a scherzare di nuovo come prima, a parlare del più e del meno, a non chiudermi nell'angolo, che mi sono ritagliata, a leggere. Non me ne frega un cazzo di quello che pensano quelli che mi vedono là piuttosto che a fare il mio "lavoro". Non mi interessano i tuoi problemi e le tue soluzioni, semplicemente perchè non riguardano me.
E a te non riesco a mandare un messaggio senza dovermelo imporre. Non riesco a proporti di uscire, di vederci, di guardare un film. Non riesco a confidarmi come facevo una volta, consapevole che tu sola possa capirmi realmente.
No.
Non ci riesco. 
Per cui me ne sto distante dalla pietra che doveva farci ricongiungere. 


13 commenti:

  1. Quanta amarezza, a volte, la consapevolezza. Ma quanta libertà poter agire secondo il proprio volere e non quello degli altri. A volte bisogna solo lasciare che gli specchi si rompano e le corde si spezzino. E sostituirli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo mi manchi il coraggio.

      Elimina
    2. Concordo con Mareva.
      A volte devi rompere uno specchio ma questo ti permette di crescere, e anche se ti sembra di aver perso qualcosa, in realtà ti riprendi un pezzetto di te che avevi perso lasciando fare agli altri quello che volevano.

      Elimina
    3. Però io li lascio fare, quindi è come se fossi complice :S che bordello!

      Elimina
    4. Eh, la Mareva. Quanta saggezza.

      Elimina
  2. Anche il rapporto migliore è impossibile rimanga sempre uguale perché le persone cambiano. Però a volte il cambiamento è per il meglio e, tanto per usare luoghi comuni, si chiude una porta e se ne apre un altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse a lungo andare capirò se è stato un bene o no.

      Elimina
  3. vengo da un periodo di specchi rotti, che non credo si possano aggiustare, ma si possono ricomporre. è solo un capire se ne vale la pena, certo non per uno specchio da bancarella, ma per uno specchio antico con una bella cornice, forse, trovo che quei tagli possano dargli un senso. serve una consapevolezza piena che lo specchio sia rotto, e la volontà di tenerlo così nonostante si rischi di tagliarsi. oppure puoi scegliere di tenere solo un pezzo di quei mille che ci sono a terra, e farci qualcosa di tuo, qualcosa di diverso. altrimenti c'è sempre la spazzatura, in fondo di specchi se ne trovano sempre altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo specchio è di quelli che buoni. Ma io non brillo certo nel sapere aggiustare le cose.
      :(

      Elimina
  4. Tutto puo' generare cambiamento, ma non sempre il cambiamento e' negativo. E magari puo' sembrare negativo ma in realta' a lungo andare risultera' positivo...

    Non tutti i mali vengono per nuocere

    RispondiElimina
  5. caspio...
    ci sono passato, so cosa vuol dire e mi dispiace che ci sia dentro tu.
    Alcune volte, per certi fatti, si riesce a ricomporre lo specchio e continuare ma...
    è dura se succede quella cosa che va oltre e, nonostante si provi, non è più come prima.

    RispondiElimina