Pagine

sabato 22 febbraio 2014

Loro vogliono. Ed io sono loro.

Io sono quella che attualmente ha per la testa un’infinità di cose.
Belle e brutte, sono tutte lì ammassate che vogliono uscire, evadere da questa prigione isolata e fredda che è la mia mente.
Vogliono farlo attraverso le parole scritte, parlate, cantate, suonate, disegnate, dipinte, mimate, urlate, sussurrate.
Vogliono farlo a volte con tutti, a volte con alcuni, a volte con sé stesse, a volte col muro.
Vogliono poter vivere cose nuove; vogliono ridere di nuove battute, di nuovi scherzi; vogliono parlare di un nuovo libro, di un nuovo film, di una vecchia canzone mai sentita; vogliono cucinare qualcosa di speciale.
Vogliono respirare l’aria di un posto lontano, di un posto vicino ma mai visto, di un posto conosciuto ma che appare sempre diverso.
Vogliono poter dimenticare quello che volevano dire perché troppo indaffarate a fare altro.
Vogliono essere sé stesse senza avere paura di essere criticate, giudicate, derise e condannate.
Eppure….
Eppure non ci riescono.
E si dannano l’anima perché l’unico vero ostacolo che le sbarra la strada sono loro stesse.

Io sono tutte queste cose.

Tirate voi le somme. 

22 commenti:

  1. Forse avete bisogno di una boccata d'aria. E di guardarvi allo specchio e di volervi bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una boccata d'aria ci vuole eccome!

      Elimina
  2. Siamo tutti ripieni di parole, i migliori se ne accorgono :)

    RispondiElimina
  3. Cri meno para,che se te le fai tu...inizio anche io. E..lì sòccazzi.

    RispondiElimina
  4. D'accordissimo con Baol. Specie noi donne abbiamo una capacita' infinita di raccogliere fin troppe cose...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perchè non ci accontentiamo mai e ne vogliamo sempre di più?

      Elimina
  5. Io di freddo però non ci trovo molto, anzi...

    RispondiElimina
  6. Tutti noi abbiamo più parole di quante ne riusciamo ad esprimere... e non è detto che riusciremo a farlo per tutte... a volte però basta prendersi una pausa, respirare a fondo e lasciar scorrere, le cose poi vengono da sé... :-)

    RispondiElimina
  7. Non ci sono compromessi, con loro.

    RispondiElimina
  8. Volere significa essere vivi. Il problema nascerà quando smetterai di desiderare, volere, essere :-) Se ti va, ti ho nominato qui http://cuorediciccia.blogspot.it/2014/02/un-premio-per-me-e-per-voi.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è vero.
      Grazie per il premio ;)

      Elimina
  9. Ti capisco... Anche la mia testa a volte è un vortice di pensieri!
    :)
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una tromba d'aria è niente al confronto...

      Elimina
  10. Scegli di volta in volta quale vuoi essere e parti.

    RispondiElimina