Pagine

giovedì 10 ottobre 2013

La bontà è disarmante (cit.)

Prima di tutto leggetevi o rileggetevi questi due post di Ale Tredici: Critica della ragion stronza e Pensieri sulla bontà che tanto male non vi fa.
Nono, Ale non mi ha assunta per fare pubblicità al suo blog (come se ne avesse di bisogno) ma questi suoi post mi hanno fatto riflettere parecchio, tanto da mandare in pappa il cervello. (Me ne devi uno nuovo, Ale :D )

Premessa:
Che vengo tarchiata come stronza ed acida lo sapete già. Che a volte io stessa mi definisco tale, pure. 

Rivelazione per mezzo di Ale: 

Nessuno ne parla mai, ma c'è questa moda di definirsi stronzi, come se fosse una cosa figa di cui andare fieri. Ecco, questo sì che è idiota. 

Beccata.
Per cui mi sono detta: io li odio gli spacconi, quelli a cui non va bene niente, che gli fa schifo la qualsiasi, che devono trovare sempre il pelo nell'uovo, che hanno sempre da criticare e che fanno tutto questo senza neanche guardarsi prima allo specchio. 
Perchè allora mi dicono che sono acida? Che poi, ecco, io sono acida no stronza. Che un filo di differenza c'è. 
Perchè sono sempre quella che risponde, che deve avere l'ultima parola, che se ha le scatole girate vorrebbe non dovere parlare con nessuno, che è sempre arrabbiata, come Hulk? Per questo sono acida?

Quando hottanta.. mi ha incontrato si aspettava una ragazza un pò aggressiva ed invece ha conosciuto una ragazza che come gusto al gelato ha preso quello Plasmon.

Ma che immagine sto dando di me? mi sono chiesta.

Mia sorella dice che sono più gentile con le mie cugine, per esempio, che con lei. Anche se le prendo sempre la tovaglia ogni volta che lei è sotto la doccia e non se la prepara mai prima. E quando dico sempre dico due volte al giorno sei giorni su sette. Insomma... anche Gandhi le direbbe: Ci hai rotto i coglioni con sta tovaglia\ciabette\mutande dimenticate. Eh.

Ho riso un sacco insieme all'Ade, ed anche lei sembra acida quanto me. Il Borgà dice che siamo gemelle separate alla nascita e fatte crescere agli estremi dell'Italia. E per una volta, ha detto na cosa vera.
Ma voi non avete idea di quando gentile sia l'Ade. Di come mi facesse trovare la colazione pronta ogni mattina prima di svegliarmi. Che mi cucinava quello che volevo. E se questa non è gentilezza, quando le cose si fanno così senza un perchè, non so cosa lo sia.

Quindi ho pensato che non sono sempre così. Che io so cosa significa essere gentili.Che mi piace la gentilezza degli altri. Che io stessa li aiuto gli altri. Li ascolto. Li penso. Che posso essere arrabbiata perchè la vita a volte mi sembra una grande tonnellata di merda ma non per questo divento una merda anch'io.

Però mi sono accorta che spesso la gentilezza viene confusa, soprattutto al di fuori della famiglia. Viene confusa con la debolezza, con l'ingenuità ma ancora di più con l'interesse. Quest'ultima mi fa male. Male perchè non vuol dire che se io sono gentile con una persona vuol dire che mi piaccia.
"Eri gentile con lui allora ti piace.... Le sorridevi allora sei lesbica..." Oh, ma che siamo tornati alla quinta elementare?? Ma quanti anni avete? Cinque?

E allora che fa la sottoscritta di fronte a queste insinuazioni? Diventa acida anche con chi prima era gentile. Per difesa. Perchè essendo una timida del cazzo fuori da queste pagine, divento rossa come un peperone e resto muta come un pesce.
E la cosa mi infastidisce di più. Mi fa incazzare. E mi chiedo: 

                    E mo' che faccio?


10 commenti:

  1. Mò mangiati un gelato alla facciazza loro, vai benissimo come sei :)
    Lascia queste persone alla loro ignorante superficialità; non nasce niente di buono dalle critiche distruttive.
    E poi ci chiediamo perché siamo così arretrati, santa pazienza.

    RispondiElimina
  2. Io credo che avere atti di gentilezza siano naturali quando essere a volte fortemente stronzi... non amo il bianco o il nero, mi piaccono i grigi... ma di sicuro se sono gentile e qualcuno pensa che ci sia qualcosa sotto, me ne frego... se la gente non sa guardare al di là dell'atto in sé, non vale la pena curarsene... continua a essere quello che sei e andrai benissimo così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche a me piace tutto bianco o nero. Che poi sono i colori della Juventus per cui... bleeeeh che schifo!! :D

      Elimina
  3. Chiami me. Ed io spacco la faccia a tutti.
    Bella, tu. <3
    Manchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so. Il chè sarebbe bello.
      Manchi anche tu <3

      Elimina
  4. Io sono il tuo esatto opposto. Sono quella che cerca di piacere e compiacere tutti, quella che ha bisogno dell'approvazione di tutti senno' sta male. Sono la persona sbagliata per dar consigli :)

    RispondiElimina
  5. Io trovo solo adesso questo post :/
    Grazie della citazione :***

    RispondiElimina