Pagine

mercoledì 4 settembre 2013

Svendita al 70%

"Signorììììììììììì...ma che fa state chiudendo? C'è la svenditaaa?"
"Si signora. Tutto o quasi al 70".
E praticamente mezzo quartiere ha invaso il negozio. 

Sono distrutta.
Si lavora mattina e pomeriggio senza sosta come se le persone non avessero altro da fare che venire a comprare tutto. Per lo più sono tutte donne e ti parlano contemporaneamente come se tu avessi il dono di sdoppiarti. Ti fermano, anche, in mezzo alla strada pensando che ti ricordi della maglietta intima quarta misura mezza manica che hai venduto al figlio, perchè adesso gliene dovresti dare un'altra che la vuole la cognata dell'amica di sto paio de palle. Ti chiedono costantemente cosa farà dopo Titolare quando chiuderà come se fossi sua socia. 
E poi c'è lei. L' ultima dei moicani. 
Quella che è venuta venerdì  dalle 16.30 alle 19.00, sabato medesimo orario, lunedì dalle 17.30 alle 20.45, martedì dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.15, mercoledì dalle 16.15 alle 19.00. E ci fermiamo qua perchè domani è un altro giorno. E lo scopriremo insieme se verrà, di nuovo.
Lei è quella che ti dice (dopo ore a prendere merce, posarla, prenderla, aggiungerla al conto e di nuovo daccapo) "Cristiiiina, sono qua da mezz'ora, sono una cliente anch'io, mi prendi questa camicia da notte..." 
Quella che è triste perchè il suo gatto si è buttato dal sesto piano e adesso sta male. E mi dispiace per il gatto ma secondo me e collega non si è trattato di un incidente bensì di un tentativo di suicido. Del gatto. Che si sarà rotto i coglioni di stare con lei.
Quella che alle 19.30 chiama la sorella per dire che regaliamo le cose. E la sorella scende e chiudiamo alle 21. 
Lei è quella che vorremmo uccidere io e collega. Velocemente. Un colpo alla testa e zac! Silenzio.

Per cui esclusa lei, si va come i fulmini. 
Credo di avere venduto qualcosa a un prezzo inferiore del previsto. Spero che Titolare non lo scopra mai. Altrimenti sono morta. 
Detto questo, sono stanca. Ah, no questo l'avevo già detto. 

Peccato che alla fine di tutto forse si chiuderà.
Per davvero. Ed è strano perchè nonostante la misera paga e il fatto che io ODIO vendere, mi dispiacerebbe assai. 
In fondo.... credo che non esista da nessuna parte una commessa che possa alzare il dito medio al proprio titolare o dargli della merda in maniera pubblica. 
Eh, no...credo proprio di no.

14 commenti:

  1. No, proprio no, anche se ci starebbe! Cri cara, vatti almeno a consolare nelle acque lì vicino, tu che puoi! Un abbraccio superaffettuoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adesso in cartolina posso vederlo il mare .... :(

      Elimina
  2. Sai cosa mancherà anche a me da lunedì? Il rapporto coi miei titolari (fatto di prese per il culo e cattiverie sulla gente) e la possibilità che mi danno di mandare a fare in culo i clienti <3

    Per il resto ti capisco. Troppo e bene, purtroppo.
    La gente NON ce la fa.
    Ti sono vicina e mi spiace per il lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me mancherà.
      Speriamo che non chiuda :)

      Elimina
  3. Oddio ma quella è una cozza,quante caspita di volte ha ancora intenzione di invadere il negozio, Fija mia compra tutto in una sola volta...
    Armati di tanta pazienza Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' venuta di nuovo. Mattina e pomeriggio. La ODIAMO.

      Elimina
  4. Quella del dito medio è una soddisfazione che non ho mai avuto, rallegrati almeno per questa piccola cosa :D
    Spero che non chiuda, è stato piacevole leggere delle tue avventure lavorative ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ancora non ho pubblicato le perle di saggezza del titolare... :)

      Elimina
  5. Anch'io posso mandare a fanculo il mio titolare! :p
    Ma, comunque, l'ho sempre fatto anche quando non potevo.
    Ne uscirai viva, vedrai. Viva e più forte. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non ti pieghi mai, bella mia.
      Speriamo :)

      Elimina
  6. Secondo me il gatto ha tentato il suicidio.
    Magari dopo troverai di meglio, dai!

    RispondiElimina