Pagine

domenica 18 novembre 2012

Lo straordinario.

Il lavoro straordinario si paga, bello mio. 
Non puoi pensare che io per 10 giorni scenda pure la mattina, trascorra la domenica in negozio, faccia orario no-stop la vigilia di Natale, così.. a' gratis.
Ma che ti sei fumato?
Fossi in te cambierei spacciatore perchè la roba che ti dà è davvero di pessima qualità. 
Che pensi che, siccome le tue sorelle non ti hanno mai chiesto niente, io faccia altrettanto? Cosi tu incassi ed io mi rompo il culo per 10 giorni perchè amo il lavoro per la gloria?
Ecco, ti do una notizia dell'ultima ora: non sono tua sorella. Non sono tua nipote o tua figlia. Quindi mi devi pagare se vuoi che faccia di più. Altrimenti mi licenzi se trovi qualcuno in meno di un mese che memorizzi la merce e prenda il mio posto. 
Ma dico io siamo impazziti? O lo sono io e non me sono resa conto?
Come fa lei, Signora Fornero, a dire che noi giovani siamo choosy o qualsiasi cosa abbia fatto uscire da quella stupida bocca? 
Io lavoro. Faccio un lavoro demmerda e sottopagato senza nessuna garanzia per un domani e in più devo fare di più a costo zero?
Vada lei a lavorare che manco sa che significa.
E niente...
Non sono neanche incazzata per questo (sottolineo per questo, perchè oggi avrei spaccato e massacrato tutti...) perchè ormai mi aspetto di tutto.
Quindi, amici miei, c'è la remota possibilità che il prossimo mese mi ritrovi a casa. 
A quel punto penso che mi sparerò in testa o mi darò alla prostituzione o scapperò cercando esilio altrove.
Ma tranquilli... sarete i primi a saperlo.
Good night.

13 commenti:

  1. hai perfettamente ragione... spesso il mondo del lavoro è una vera assurdità!
    ti mando un sorriso
    buona settimana crstina!
    :)
    emme

    RispondiElimina
  2. oh... l'onesto mondo del lavoro... che utopia!!!

    RispondiElimina
  3. ma in che posto lavori?
    io a dicembre pago una cifra tra straordinari e extra domenicali alle commesse... fatti valere, ciò che è giusto è giusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovvio... a costo che mi licenzi guarda...
      non capisce ce cosi non mi motiva a continuare.. a parte il fatto che non mi sembra motivato lui ... fosse mio il negozio farei una rivoluzione!

      Elimina
  4. in fondo alla strada a sinistra
    ;)

    RispondiElimina
  5. Hai ragione da vendere!! (scusa la battuta a doppio senso ;) )
    Se puoi rimani sulle tue posizioni, dove il se puoi rischia di essere un lusso. Solidarietà!

    RispondiElimina
  6. Sono contento di vedere che c'è in giro ancora gente che s'incazza, perchè a guardare chi mi circonda sembra che siano tutti rassegnati a farsi schiavizzare. E' questo a cui ci vogliono portare con la crisi economica. E' quindi importante che si cominci ad alzare la voce quando ci si sente sfruttati, prima che sia troppo tardi... Lo dobbiamo fare TUTTI, è un nostro diritto e dovere.

    RispondiElimina
  7. spararti no che poi sporchi tutto e levare il sangue e altro dal muro è un costo...scappare no che con "chi l'ha visto" a te ti ritrovano dopo due ore...la prostituzione. Sisisi..guadagni, c'è la possibilità che qualche volta ti diverti e poi tonifichi l'interno coscia ( apri e chiudi-apri e chiudi):*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahaha mi sa che c'hai ragione!! :-*

      Elimina