Pagine

mercoledì 6 giugno 2012

Ricordi di caccia # 1 #

Non sempre una caccia va bene.
Ed ogni Cacciatrice che si rispetti ne ha un paio che di cui non va fiera.

Era da tempo che non ci ripensavo. Ho fatto una fatica immensa per poter trascorrere un giorno senza che la mente tornasse a quella sera. 
Dopo quasi un anno ci sono riuscita, mi sono buttata tutto alle spalle, ho preso una boccata d'aria fresca e sono ripartita con il cuore meno nero di prima.
Ci ho ripensato dopo che ho letto un post di Margherita che adesso non riesco più a trovare.

Il mostro in questione è una donna tappa... ancora mi chiedo come tanta malvagità possa essere rinchiusa in un metro e quaranta di altezza. 
Lei è la "Madre di tutte le cose", la regina del Purgatorio, quella che Dean Winchester ha ucciso ma che evidentemente si è rincarnata, non in una vergine bensì in una donna alle soglie dei 50 anni.
Una fanatica religiosa che dice di essere cattolica ma che di fronte a chi la pensa diversamente sbatte la porta in faccia. 
Ma Gesù non era il primo a cercare chi non credeva, i Farisei?... Forse avrà saltato questa lezione di catechismo...
 "Se preghi non succedono le disgrazie" ha detto.
Ah, quindi se mia madre non c'è più è perchè non abbiamo pregato abbastanza? Se in Africa i bambini muoiono di fame è perchè le loro famiglie non lo fanno?
Se quel prete è morto sotto le macerie in seguito al terremoto in Emilia  è perchè non era abbastanza bravo nel suo lavoro?
 "..............." questa è stata la mia risposta, mentre mia sorella piangeva come una pazza. Io dovevo difenderla e invece mi sono bloccata.
Ma la strega ha detto anche:
- "Che devo pensare che tua madre si stia rivoltando dentro la tomba per quello che state facendo"
- "Perchè a casa mia non entra chi non crede nella Madonna" che detto così è roba di poco conto. Immaginate che una nana urli questa frase con lo sguardo rivolto verso una statua della Madonna posta su una scaffa in cucina come una posseduta.
"................" altra mia risposta.
Siamo andate via da lì con la morte nel cuore.
Non mi perdonerò mai di non protetto mia sorella da questa mostro, di non  avere reagito come avrei dovuto; io che fino alla fine ho cercato di essere il più educata possibile e usare le parole anzichè il veleno. Tornassi indietro le sputerai in faccia e le griderei che è una merda e che le merde finiscono giù nella fogna.
E oltre al danno la beffa.
Ma questa è un'altra storia.

7 commenti:

  1. Il finale da applausi. Per la precisione 92 min di applausi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se riesci a resistere per 92 minuti....

      Elimina
  2. Mi spiace averti scompaginato il link :) Ma ricordo il post e ricordo il tuo commento. E la gente dovrebbe solo morire a volte. Così, eh, in amicizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tranquilla...
      eh si, lo penso anch'io (sempre in amicizia!)

      Elimina
  3. Chi è questo fenomeno alto 1 metro e un tappo????
    mi disipiace per il tuo silenzio ma a volte capita che certe persone ti spiazzano con le loro affermazioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in quel momento credevo di essere in una soap... mi guardavo intorno sperando che qualcuno uscisse fuori gridando: scherzettoooo! invece nulla.

      Elimina
  4. Vivo con lo stesso rimpianto.. ho ancora in bocca la saliva messa da parte x lei... non l'ho dimenticato, anche se adesso le sorrido e vado avanti, solo x G., non l'ho dimenticato e non lo dimentichero' mai...

    RispondiElimina