Pagine

lunedì 18 giugno 2012

Book: Caino

"Il lettore ha letto bene, il signore ha ordinato ad abramo di sacrificargli proprio l'unico figlio, e il tutto con la massima semplicità, come chi chiede un bicchiere d'acqua quando ha sete, il che significa che era sua abitudine, e ben radicata. La cosa logica, la cosa naturale, la cosa semplicemente umana sarebbe stata che abramo avesse mandato il signore a cagare, ma non è andata così."
  (J. Saramago)

.... anche da credente io la storia di Abramo e del sacrificio di suo figlio non l'ho mai capita, non l'ho mai condivisa e soprattutto non l'ho mai sopportata. 
E Saramago ha ben colto il mio pensiero. O io il suo.

Ps: non era questo il post che volevo fare ma tutto quello che volevo dire si è congelato ed attaccato nelle mie membra quindi nisba.


10 commenti:

  1. e com'è, com'è 'sto 'caino'?

    RispondiElimina
  2. cri, bella.
    vai nelle impostazioni e togli il controllo dai commenti.
    per favore.
    che è noiosissimo commentare qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo di averlo fatto. ma fammi sapere.

      è una parodia di alcuni episodi biblici come la storia di adamo ed eva, caino, abramo, noè ecc..
      a me è piaciuto anche se lontano da ciò che tradizionalmente si insegna. qui è il signore ad essere cattivo e no caino.

      Elimina
  3. sono credente,ma a questa cosa non ci avevo mai pensato.Mi hai fatto riflettere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) a volte penso che questo episodio non sia del tutto reale. poi boh.

      Elimina
  4. Questo pensiero mi piace... si... mi piace

    RispondiElimina
  5. Effettivamente, 'sto Signore è un po' troppo esigente... :)

    RispondiElimina